Caduta dei capelli…Ci sono cose che devi sapere…

#cosmetologia #cadutadeicapelli #tricologia

Dr Eduardo de Mattia

In  questo periodo molti di Voi si stanno confrontando con un problema piuttosto imbarazzante quale la caduta dei capelli. Non preferisco addentrarmi in definizioni inutili, piuttosto chiariamo subito che ogni caso è a se e pertanto vanno esaminati e presi in considerazione vari fattori legati alla storia individuale. Nel gergo tricologico la caduta è suddivisa in due tipologie : STAGIONALE e PROGRESSIVA. La prima si verifica solitamente da settembre a novembre e da marzo ad aprile. Essa consiste in un vero e proprio ricambio di capello per lasciare posto ad un capello ”nuovo”. Le sue cause sono ancora sconosciute. Molti sostengono che sia causata dall’eccessiva esposizione estiva ai raggi solari che con i loro radicali causerebbero danni ai bulbi. In inverno, invece, la forte vasocostrizione indotta dal freddo determinerebbe una riduzione del flusso di sangue e dunque di nutrimento al bulbo. Altre ipotesi vedono la genetica alla base. In altre ancora si pensa che sia coinvolto un meccanismo primordiale che prevede, come per gli animali, la sostituzione di vecchio ”pelo” con il nuovo per affrontare più leggeri la stagione estiva e più protetti la stagione invernale. Quale sia il motivo in ogni caso conta poco, soprattutto se parliamo di ipotesi.

La caduta stagionale sa essere anche cattiva e spietata portando a delle spiacevoli conseguenze estetiche che, anche se in linea teorica, potrebbero risolversi nell’arco di tre mesi senza alcun intervento. Il processo può essere velocizzato applicando delle opportune fiale o lozioni e aiutandosi con integratori specifici e shampoo. Non ultima una corretta alimentazione a base di legumi, frutta e verdura di stagione (tanta zucca!!!), carni e tanto pesce azzurro. Velocizzando caduta e ricrescita, a livello estetico, il diradamento ha le ore contate!!!In questo caso è fondamentale non fare confusione con i prodotti utilizzati per il trattamento della caduta progressiva.

La caduta progressiva è quella che inizia a gennaio e termina a dicembre! Dunque si assiste ad una continua perdita di capello accompagnata dalla formazione di aree diradate in cui manca o si riduce di molto la presenza del capello. In questo caso il problema diventa davvero più complesso e può vedere nella sua origine varie cause. Anzitutto la sola caduta del capello ci dice ben poco, in quanto, andando a verificare con gli opportuni esami strumentali, spesso ci si rende conto della scarsa salute in cui versa il cuoio capelluto. Del detto ”Su un terreno poco fertile non cresceranno mai buone piante” ne ho fatto il grido di battaglia per la mia attività quotidiana di lotta alla calvizie.

Spesso mi trovo di  fronte a pazienti intenzionati ad iniziare un trattamento anti-caduta. All’esame strumentale, tuttavia, il cuoio spesso si presenta : infiammato, pruriginoso, con forfora grassa o secca, nella peggiore delle ipotesi con placche e squame di grosse dimensioni, con alterato equilibrio della produzione sebacea, con alterazione del flusso ematico superficiale ecc. Tranquilli…Solo in rari casi si assiste alla presenza di tutti questi problemi insieme. In quel caso….Ci vuole tanta pazienza!

Secondo Voi è possibile iniziare un trattamento anti-caduta in tali condizioni? Ovviamente No! Sarebbe come innaffiare la sabbia!!

Perciò, dopo un’attenta valutazione del problema, il metodo consiste nel ristabilire le condizioni di equilibrio del cuoio capelluto con un trattamento mirato e personalizzato per trasformare la sabbia in terreno fertile. Successivamente, ma solo dopo un secondo controllo, si valuta se iniziare il trattamento anti-caduta vero e proprio. Generalmente esso consiste nell’applicazione di lozioni o fiale contenenti sostanze in grado di riattivare il microcircolo, di stimolare l’attività del bulbo, di inibire alcuni enzimi coinvolti nel processo della caduta. Il ventaglio di principi attivi disponibili è piuttosto vasto e comprende sia quelli naturali che sintetici. Le fasi del trattamento devono sempre essere monitorate con esame strumentale per comprendere se vi siano i benefici attesi.

E’ doveroso sottolineare che in commercio esistono svariate tipologie di prodotti dall’effetto discutibile simil ”acqua fresca” e dal costo non proprio democratico. Farsi consigliare da personale esperto e di fiducia è fondamentale per evitare di rincorrere illusioni e false promesse.

Appare superfluo sottolineare che ogni caso è a se perchè non tutti siamo uguali, non tutti mangiamo le stesse cose, non tutti ci laviamo con gli stessi prodotti, non tutti assumiamo gli stessi farmaci, non tutti abbiamo preoccupazioni!

images
capello con visibile diradamento

yhfgtdhg

Annunci