Lo sport non fa dimagrire se…

A cura del Dr Eduardo de Mattia

#farmaciapassero #sportinsalute #dimagrimento

Se stai pensando di iniziare un’ attività fisica per dimagrire, leggi quanto ti sto per dire!

Il consumo dei grassi durante l’attività fisica, a parità di disciplina praticata, non è lo stesso per tutti i soggetti. Molto dipende infatti da quanto si è allenati. Se prendiamo per esempio uno sport come la corsa lenta, individui poco allenati iniziano a bruciare i loro grassi dopo circa 45 minuti di attività. E comunque vengono utilizzati per primi i trigliceridi muscolari e quelli circolanti nel sangue. Quelli ben stratificati nella ciccia? Restano là…Perlomeno nella maggior parte degli aspiranti sportivi alle prime armi!

Questo fenomeno è molto legato alla capacità dell’organismo di smaltire l’acido lattico che si forma nelle fsudare-allunga-la-vita.jpgibre muscolari. Soggetti che si allenano con una elevata frequenza settimanale, al contrario, hanno una capacità maggiore di utilizzare i grassi sin dalle prime fasi della seduta di allenamento proprio perché hanno una maggiore capacità di metabolizzare l’acido lattico. Dal punto di vista biochimico quando un allenamento è aerobico, quindi a bassa intensità e lunga durata, tecnicamente l’organismo consumerebbe grassi in maniera preferenziale attraverso l’ossidazione perché siamo presenza di ossigeno.

Quando invece si fanno sport ad altissima intensità la via preferenziale è il glicogeno, lo zucchero accumulato nelle fibre muscolari e nel fegato. Tuttavia quando le riserve di glicogeno iniziano a scarseggiare o quando l’intensità è tale per cui l’apporto di ossigeno è minore rispetto al fabbisogno, si passa maggiormente al metabolismo lattacido. Il muscolo inizia a produrre acido lattico che viene convertito nel fegato a glucosio, disponibile nel sangue per l’attività muscolare. La presenza massiccia di acido lattico tende pero’ a ridurre la lisi dei grassi oltre che ad aumentare il senso di fatica. Pertanto, i neofiti che pensano di partire alla grande con mega sedute senza allenamento, sbagliano di grosso! Non avendo un adeguato metabolismo dell’acido lattico, il suo accumulo conseguente ad un lavoro intenso, non farebbe altro, come detto, che ridurre proprio il consumo di grassi.

Stando a quanto detto, tuttavia, si potrebbe paradossalmente essere portati a pensare che basta passeggiare per smaltire i grassi, visto che attività lente e durature hanno come carburante preferenziale il grasso. In effetti non è così! Basta pensare che un maratoneta in una maratona di mediamente 20 km brucia soltanto 100 grammi di grasso, figuriamoci quanto grasso in effetti si brucia passeggiando per 2-3 km… praticamente nulla! Dunque il concetto che il grasso viene bruciato ”senza impegno” è vero solo dal punto di vista biochimico, ma nella realtà l’entità del fenomeno è talmente bassa che a nessuno verrebbe in mente di consigliare di camminare per dimagrire!

Per perdere grasso durante un’attività a bassa intensità l’ideale sarebbe quella di farla a digiuno e soprattutto tornare a casa e mangiare solo proteine in quanto basterebbero due cucchiaini di olio per recuperare il grasso smaltito!

Diverso invece sarebbe il concetto di programmare un’attività basata su alternanza di sedute ad elevata intensità e sedute a bassa intensità, o alternanza delle stesse nel medesimo allenamento. Questi programmi consentono di bruciare il glicogeno e il grasso allo stesso tempo con un dispendio calorico totale veramente interessante purché fatti per almeno un’ora tre volte a settimana.

In ogni caso quando ci si siede a tavola è facile mettere a repentaglio i sacrifici fatti durante l’allenamento. Per meglio orientarvi è fondamentale fare un bilanciamento tra le calorie consumate e quelle assunte, considerando anche il metabolismo basale, cioè il dispendio energetico base che l’organismo ha per mantenere le sue attività organiche.

Il calcolo delle calorie è fondamentale perché per uno sportivo Mountain-traffico-ciclista-sport-KA907-salotto-di-casa-font-b-arte-b-font-moderna-decor-strutturafai-da-te è praticamente impossibile sapere quale tipo di metabolismo l’organismo sta utilizzando durante l’attività fisica. E’ praticamente difficile sapere se si sta bruciando grassi o zuccheri o acido lattico. Difatti ogni tipologia di sport predilige una via metabolica piuttosto che un’altra. E’ facile pero’ misurare le calorie perse durante l’attività fisica e tristemente ancora più facile è misurare quelle assunte con l’alimentazione.

Chiunque, frequentando una palestra, si è potuto accorgere che una mezz’ora di Tapis roulant a media intensità fa bruciare all’incirca 250 kilocalorie, l’equivalente della metà di un piatto di spaghetti! Dunque se poi torni a casa e mangi un piatto di spaghetti capisci che non hai concluso niente, soprattutto se poi ci aggiungi una fettina di tiramisù, mezzo litro di succo di frutta abbondantemente zuccherato, 300 grammi di pane, eccetera, magari forti del fatto che ce lo si può permettere in quanto ”iscritti” in palestra!

Cosa voglio dire voglio dire? Che nessuno sport può far a ottenere risultati senza un ferreo programma alimentare in quanto è molto più facile accumulare che smaltire calorie, grassi o zuccheri che siano! E’ fondamentale farsi seguire se non si vuol rischiare di vanificare il tempo investito. Per i neofiti, propongo 4 tipi di integratori base che non dovrebbero mancare se si vogliono ottenere risultati :

  • Carnitina favorisce una migliore utilizzazione dei grassi. Consigliata in sport analoghi alla corsa lenta 
  • Maltodestrine forniscono glucosio a lento rilascio, ideali prima delle fasi di sforzo intenso, soprattutto quando le riserve di glicogeno (lo zucchero riserva dei muscoli e del fegato) iniziano a scarseggiare. Molto valide per sport come il ciclismo
  • Proteine del latte o della Soya aiutano a sviluppare massa magra se assunte lontano dall’esercizio fisico. Rappresentano un substrato energetico di compensazione soprattutto nelle fasi di sforzo intenso e prolungato. Ideali praticamente in tutti gli sport
  • Sali Minerali mantengono l’organismo idratato e contribuiscono al miglior funzionamento della fibra muscolare

Nella pratica quotidiana effettuiamo programmi su misura per sportivi al fine di consentire loro un utilizzo giusto dell’integratore alimentare. Non esiste un integratore universale. Esistono integratori diversi in diverse fasi dell’allenamento. E’ fondamentale, poi, tenere ben presente la composizione degli integratori, soprattutto delle barrette e in particolare verificare la presenza di zucchero contenuto all’interno, sia come saccarosio, glucosio o fruttosio. Non che faccia male, ma per alcuni obiettivi non è assolutamente consigliabile, soprattutto nelle prime fasi dell’esercizio, quando le cellule sono sature di glicogeno (lo zucchero già presente come riserva energetica). Allo stesso modo esiste un diverso modo di approcciarsi all’alimentazione in base allo sport che si pratica e alla sua intensità.

Consiglio da amico : non imbottitevi di integratori per lo sport senza chiedere consiglio…Anche Tu che stai leggendo, probabilmente stai usando male i Tuoi integratori! Quelli che già usi potrebbero non fare al caso Tuo o semplicemente li usi in una fase dell’attività in cui produci più danni che benefici!! In futuro Ti parlero’ anche di insulina, catecolamine, cortisolo, creatina ed altre molecole coinvolte nei processi biochimici dello sport. Andiamoci piano…Alla prossima…

About me…

Dr Eduardo de Mattia. Farmacista e Chimico farmaceutico, appassionato di  tutto ciò che ruota intorno al concetto di benessere e forma fisica. La mia formazione proviene dall’industria farmaceutica dove ho lavorato per un po’ prima di sbarcare in farmacia. Mi occupo principalmente di formulazione farmaceutica, cosmetica e galenica nei laboratori della farmacia in cui lavoro e sono consulente dermocosmetico e cosmetologo. Ho conseguito un Master di Secondo Livello in Scienza e Tecnologie Cosmetiche e uno in Management Farmaceutico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...