Melanoma : così è morto Bob Marley

A cura de Dr Eduardo de Mattia

#farmaciapassero #prevenzione #melanoma #tumore #pelle

“…Voglio ringraziare Te e tutto lo Staff per l’attenzione che dedicate a queste importanti tematiche di salute. Se non avessi avuto qualcuno che mi indirizzasse sui controlli da fare, sui rischi che correvo, probabilmente avrei sicuramente sottovalutato il problema…”.

Così stamattina mi diceva una simpatica signora dopo aver partecipato a uno dei nostri programmi di screening sull’individuazione precoce del melanoma. Angela, è una signora tuttofare, sulla sessantina, dallo spirito molto giovanile. Amante del giardinaggio, dei piccoli lavoretti in campagna e delle passeggiate all’aria aperta. 

Come molti di noi, spesso trascura e ha trascurato soprattutto in passato, quelli che potevano essere gli effetti dannosi del sole sulla sua pelle non proteggendosi adeguatamente.

“…Ho sempre avuto questa pelle così macchiata ma non ho mai pensato che un inestetismo poteva essere un campanello d’allarme. Pensavo che queste macchie potessero essere innocue…”.

E invece…

Purtroppo è abitudine assai diffusa quella di non curarsi degli effetti dannosi del sole. Spesso ai pazienti dico di considerare il sole alla stregua del fumo di sigaretta. In effetti può avere lo stesso potenziale di indurre tumori soprattutto a carico della pelle!

Nonostante la forte informazione, si continua ad esporsi in maniera smisurata senza le dovute protezioni e precauzioni. Sono addirittura in aumento i tumori nei giovani sotto i 30 anni per abuso di esposizione alle lampade solari e completa inconsapevolezza sull’utilizzo dei fattori protettivi.

Conosci il melanoma? Sei consapevole che la pelle è un organo e può sviluppare tumori?

L’icona del reggae è deceduto a soli 36 anni a causa di una rara forma di melanoma, chiamata melanoma acrale lentigginoso, particolarmente aggressiva. Si dice che Marley si fosse rifiutato di amputare il dito, come gli era stato consigliato da alcuni medici.

Parlare di Bob Marley, tuttavia, sembra quasi un qualcosa di molto lontano, di troppo leggendario per poterci credere.

Se ancora non Ti ho convinto,  Ti dico che è successo anche al mitico Fiorello, all’attrice Diane Keaton, al presidente degli USA Bill Clinton, a mia Zia!!! Succede a tutti! A differenza di Marley, loro hanno fatto la giusta prevenzione e si sono curati!

Ebbene sì! Caro amico, non mi stancherò mai di dirlo; solo la prevenzione ci può salvare da queste malattie!

Tornando al melanoma. Il melanoma è sicuramente il più conosciuto tra i tumoriMelanoma cutanei ma non è l’unico. La sua fama è dovuta alla sua capacità di essere subito aggressivo ed invadere i tessuti sottostanti e sviluppare facilmente metastasi. Da quel momento, purtroppo, la strada non è sempre in discesa. Un’analisi accurata della pelle da parte di un medico dermatologo, effettuata almeno una volta all’anno, può contribuire ad individuare precocemente le lesioni sospette ed asportarle prima che si trasformino ed invadano i tessuti sottostanti.

Ti rendi conto di quanto possa essere semplice effettuare l’asportazione di un piccolo neo sospetto? È un’operazione ridicola!!!

Conosci invece quanto è dura fare la chemio per anni interi??? Nausea,  vomito, diarrea, difficoltà a stare in piedi, perdita di capelli, e poi metastasi che vengono fuori come funghi ad ogni TAC di controllo…Qualità della vita che diventa pessima…

E tu che fai? La prima tintarella di maggio la vai a fare senza protezione solare???Perché ci tieni a diventare arancione in due ore?!

Lo sai che bastano 2 scottature solari severe per aumentare notevolmente il rischio di avere il melanoma entro pochi anni?

Ma parliamone un attimo. Il melanoma si presenta apparentemente come un comunissimo neo. Ho detto ”apparentemente”. Quello che ha di caratteristico rispetto a un neo classico sono questi cinque parametri riconoscibili attraverso il cosiddetto metodo dell’individuazione A, B, C, D, E.

Ora mettiti a guardare i Tuoi nei. O falli guardare dalla Tua fidanzata. Certo, anche se hai 30 anni!

A sta come Asimmetria. Infatti a differenza dei classici nei, la forma non perfettamente circolare o la presenza di prolungamenti del corpo centrale del neo, possono indurre già al sospetto.

B sta per Bordi. La presenza di bordi irregolari è un altro fattore per cui vale la pena preoccuparsi.

C sta per Colore. Eventuali variazioni di colore, come anche scolorimento, intensificazione del colore o variazioni verso altri tipi di colorazione che non necessariamente devono essere sul marrone, non lasciano presagire nulla di buono.

D sta per dimensioni. Come ogni tumore, l’aumento delle dimensioni deve ovviamente portare immediatamente alle contromisure.

E sta per evoluzione. Ciò significa che cambiamenti rapidi nelle dimensioni, nel colore o nei fattori precedentemente visti devono assolutamente non lasciare spazio a dubbio.

Ti posto un link di un collega ricercatore che spiega chiaramente questa legge della ABCDE  per l’individuazione dei nei sospetti. Poi ti dico subito come è finita per la nostra Cara Angela e Ti do qualche dritta per capire se sei a rischio anche Tu.

Visto? Lo spiega con chiarezza tale che anche un bambino sarebbe in grado di monitorarsi i nei. Ovviamente il Tuo monitoraggio deve essere meticoloso e continuativo  ma non ossessivo. Ci mancherebbe! E comunque non deve sostituire il controllo annuale effettuato dal dermatologo.

Dunque Chi è a rischio?

1 Chi non si controlla annualmente i nei

2 Chi si espone al sole senza un’adeguata protezione solare

3 Chi ha già avuto in famiglia casi di melanoma

4 Chi ha una carnagione chiara

5 Chi ha già subito asportazione di nei ed altre formazioni cutanee

6 Chi ha un numero elevato di nei e macchie cutanee

Ancora oggi purtroppo, arrivato giugno, mi arrivano ragazzi completamente ustionati, con le vesciche dietro la schiena. È impensabile ridursi in questo modo. Eppure oggi la protezione solare la trovi anche nel Bazar sotto casa!

Per carità, è un modo di dire. Sappi che in America i prodotti solari sono registrati melanoma_thumb_720_480.jpg.pagespeed.ce.xkyprgNZlDcome farmaci e devono superare tutta una serie di test clinici prima di essere immessi sul mercato. Con questo Ti voglio dire che le protezioni solari non sono tutte uguali. E non sono neanche uguali le protezioni utilizzate per i bambini rispetto a quelle per gli adulti. Perciò acquista un filtro idoneo e soprattutto non mettere ai bambini la protezione che mettono gli adulti! Metti loro una maglietta bianca nelle ore in cui il sole è più forte soprattutto se hanno una carnagione molto chiara. E attenzione alla macchina!!! LA Tua auto è un concentratore di raggi solari, quasi come se stessi sotto un lettino abbronzante! Quelle lamiere convogliano i raggi solari attraverso i vetri e ti vanno a finire direttamente in faccia, sulle braccia, ma soprattutto sulle povere orecchie!

Tipico colmo dell’automobilista…Scottarsi sull’orecchio!

Proteggiti, amico. Siamo nati per vivere nelle caverne ed uscire nelle ore meno calde!

Oggi Angela ha investito una cifra simbolica di 30 euro per sapere della sua salute. Questo è il costo dello screening. Quando andiamo dal meccanico spendiamo 300-400 euro per fare la revisione alla nostra auto. Quando andiamo dal veterinario spendiamo 100-200 euro e ritorniamo felici perché il nostro fido sia completamente esente da patologie. E a Te stesso chi ci pensa, se non una sana dose di amor proprio? Te lo sei mai chiesto?

Angela è stata convinta dai miei colleghi ad effettuare lo screening. Angela non aveva voglia di sottoporsi a nessun controllo.

Oggi Angela dovrà andare a prenotare la visita chirurgica per l’asportazione del neo, sospetto melanoma.

Ovviamente nel caso in cui l’esame bioptico dovesse risultare positivo, Angela sarà sottoposta ad altre misure come da protocollo. E pensare che è successo tutto per caso. Ma siamo fiduciosi. Tutto preso in tempo…Tempo in cui si è trovata ad essere nostra cliente grazie ad alcune amici che Le avevano suggerito di recarsi da Noi per alcune problematiche.

La prevenzione è il valore su cui si fonda il nostro lavoro. Siamo dalla parte della salute dei nostri pazienti. Tutte le scelte che effettuiamo, compresi i ”No”, sono solo nel loro esclusivo interesse. Qualcuno capirà, qualcuno meno. ”Qvestione ti Kimica!!”

Per saperne di più sui nostri programmi di screening, contattaci pure al form qui sotto.

Alla prossima!

Per scrivere questi articoli, oltre alla formazione costante cui ci dedichiamo, ci impegniamo ad effettuare ricerche sui più autorevoli testi universitari, nonché sulle più recenti pubblicazioni scientifiche, semplificandone contenuti e linguaggio per offrirVi un’esperienza di lettura basata su informazione vera ed aspetti pratici.

Se questo articolo Ti è piaciuto, o se lo hai ritenuto utile, condividilo con i Tuoi amici! 

About me…

Dr Eduardo de Mattia. Farmacista e Chimico farmaceutico, appassionato di  tutto ciò che ruota intorno al concetto di benessere e forma fisica. La mia formazione proviene dall’industria farmaceutica dove ho lavorato per un po’ prima di sbarcare in farmacia. Mi occupo principalmente di formulazione farmaceutica, cosmetica e galenica nei laboratori della farmacia in cui lavoro e sono consulente dermocosmetico e cosmetologo. Ho conseguito un Master di Secondo Livello in Scienza e Tecnologie Cosmetiche e uno in Management Farmaceutico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...