Combattere la stanchezza cronica riequilibrando la flora intestinale

A cura della Dr.ssa Caggiano Nicoletta

#farmaciapassero #medicinacomplementare #farmaexpertise 

I probiotici, più semplicemente noti come fermenti lattici vivi, giocano un ruolo essenziale all’interno dell’organismo; vanno a costituire la microflora intestinale che presenta innumerevoli effetti benefici che molto spesso ignoriamo.

Lo sa bene Maria, giovane studentessa al secondo anno di università che all’apparenza conduce una vita regolare  fatta di studio, palestra e serate con le amiche. Improvvisamente Maria ha cominciato a lamentare un forte senso di stanchezza, associato a disturbi intestinali ed intimi, e nonostante gli integratori assunti, è riuscita  solo in parte a risolvere il problema. Nei periodi di studio più intensi i sintomi si presentavano maggiormente accentuati e lei, fortemente in difficoltà, non era più in grado di sostenere gli stessi ritmi.

Un giorno, in preda al panico, decide di entrare in farmacia. La accolgo con un sorriso e imbarazzata mi dice: “Dottoressa, mi aiuti, ho tentato di tutto  ma i sintomi continuano a ripresentarsi. Da diverso tempo vado incontro a forti disturbi intestinali e non so più cosa fare. ”

Dopo una lunga chiacchierata  mi rendo conto che Maria non interveniva all’origine del intestino-715147.jpegproblema bensì si soffermava sul sintomo, che inevitabilmente continuava a manifestarsi. Ricorreva ad imodium per la diarrea, pursennid per la stitichezza, gynocanesten per i fastidi intimi e integratori vari per la spossatezza. Un vero disastro, soprattutto per l’utilizzo prolungato e spesso inconsapevole che si fa di alcuni farmaci.

La domanda allora sorge spontanea e le chiedo:

“ Maria chi ti ha suggerito questi prodotti?” e lei:

“Dottoressa, li avevo già in casa. Gli integratori invece li ho acquistati su suggerimento di un’amica senza trarne alcun beneficio.”

Ecco, questo è l’errore comunissimo che banalmente  commettiamo a non affidarci al medico o al farmacista di fiducia, con l’unico risultato di non risolvere fino in fondo il problema.

Maria mi ha confidato che da quando si è trasferita conduce una vita frenetica, sempre di corsa e quindi dedica poca attenzione ad una corretta alimentazione. Questa non curanza, le ha creato un evidente squilibrio intestinale, acuito ulteriormente dallo stress pre-esame.

La incoraggio e le dico che se presterà attenzione a ciò che mangia, contemporaneamente all’assunzione di un determinato tipo di probiotici, riuscirà a trovare la soluzione al suo problema. Ignara come tanti della loro importanza ne chiede le ragioni.

Allora le spiego che, il microbioma intestinale è costituito da oltre 400 specie batteriche per lo più rappresentati da bifido batteri, lattobacilli e enterobatteri e soprattutto che la mucosa intestinale rappresenta la più importante barriera protettiva.

Non lo sapevi?

I tessuti linfoidi associati all’intestino contengono il più alto numero di cellule immunocompetenti presenti nel corpo umano e quindi la mucosa intestinale integra gioca un ruolo essenziale nello sviluppo del sistema immunitario proteggendoci dall’aggressione di agenti patogeni esterni.

La colonizzazione da parte dei cosiddetti batteri buoni avviene sin dalla nascita con l’assunzione del latte materno, fondamentale per la composizione finale della flora nell’adulto. Ecco perché il tuo bambino allattato al seno è più immune dell’amichetto che probabilmente non ha ricevuto il latte materno.

La microflora interviene nella regolazione della produzione delle vitamine del gruppo B, inclusa la vitamina k e favorisce l’assorbimento di calcio, magnesio e ferro. Ecco perché Maria continuava ad avvertire questo forte senso di spossatezza ed irritabilità. Irritabilità…Magnesio…qualcosa che avrai già sentito sicuramente.

Dopo una scelta accurata del fermento più idoneo al problema ed un periodo di trattamento durato almeno sei mesi, Maria è riuscita a ritrovare l’equilibrio con il suo GettyImages-623682271-1024x683corpo e cosa ancora più importante, ha ritrovato la concentrazione necessaria ad  affrontare gli esami, persa a causa delle forti carenze cui era andata incontro.  A distanza di mesi è ritornata per ringraziarci di tutti i benefici ricevuti dall’assunzione dei probiotici. Infatti, anche i continui raffreddori di cui non mi aveva parlato, si sono notevolmente ridotti.

La scienza si sta focalizzando molto sullo studio del microbioma intestinale. Nuove evidenze dimostrano come forti alterazioni dell’equilibrio della flora intestinale siano alla base di future malattie neurologiche (Parkinson, Alzheimer), o metaboliche quali Ipercolesterolemia, Obesità, ecc…

Siamo cresciuti a pane ed antibiotici, li rinveniamo finanche nei cibi. Spesso alla richiesta di mamme in preda al panico per il mal di gola dei propri piccoli, i pediatri li prescrivono a mio avviso troppo facilmente, non tutti per fortuna! Per non parlare di quei farmacisti che pensando di fare un favore al proprio cliente, erogano un antibiotico per semplice richiesta del cliente, senza che abbia esibito una ricetta.

La ricetta è un simbolo e sta a significare che alla base vi sia stata una visita medica. Nella maggior parte dei casi l’utilizzo degli antibiotici è inappropriato, cioè non serve!

Alle mamme in preda al panico dico semplicemente di attendere che la febbre faccia il suo corso; molto spesso infatti è di origine virale e solo in pochi casi è davvero necessario l’utilizzo dell’antibiotico. Se vuoi che Tuo figlio abbia un sistema immunitario forte, devi dimenticare nomi quali  Augmentin, Zitromax, Zimox ecc, quando Tuo figlio ha la febbre. Chiedi sempre consiglio al Tuo pediatra ed evita di recarti direttamente in farmacia solo per chiedere una antibiotico per il quale è necessaria una valutazione medica preventiva. Se il farmacista te lo da, dimostra che non ne capisce un gran che o che dimentica i suoi studi di microbiologia, virologia e farmacoterapia. Ebbene si, caro collega che mi leggi, esistono anche virus! Ricordi?!

Leggi qua : http://www.farmacista33.it/farmaci-in-eta-pediatrica-corsello-sip-no-allautoprescrizione-di-antibiotici/politica-e-sanita/news–36568.html

Ti prego fallo per Lui! Fa che il Suo organismo impari a conoscere i propri nemici.

Quelli di Maria sono solo dei piccoli disturbi legati ad una discreta alterazione della flora batterica intestinale. Ma care mamme, se provvediamo a farlo sui nostri figli fin da subito stiamo sancendo la vulnerabilità a vita dei nostri figli nei confronti delle più temibili patologie. Se sei una mamma e vuoi bene a Tuo figlio, Tuo marito o alla Tua amica, Ti consiglio di navigare su questo sito https://microbioma.it. Troverai tutte le novità sugli studi del microbioma intestinale.

Alla prossima

Per scrivere questi articoli, oltre alla formazione costante cui ci dedichiamo, ci impegniamo ad effettuare ricerche sui più autorevoli testi universitari, nonché sulle più recenti pubblicazioni scientifiche, semplificandone contenuti e linguaggio per offrirVi un’esperienza di lettura basata su informazione vera ed aspetti pratici.

Se questo articolo Ti è piaciuto, o se lo hai ritenuto utile, condividilo con i Tuoi amici!

About me…

Dr.ssa Caggiano Nicoletta. Farmacista amante di tutto cio’ che ruota intorno alla natura, alle cure naturali, alla medicina integrativa. Sono corresponsabile dei laboratori della farmacia in cui lavoro e specializzata in formulazioni fitoterapiche. Sono consulente per la fitoterapia e le medicine integrative. Amo il nuoto e le passeggiate nel verde. Sto conseguendo un Master di Secondo Livello in Fitoterapia.

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...